Risposta rapida — un maggior numero di scatti vincenti al secondo

D3S : Velocità di ripresa fino a 9 fotogrammi al secondo in formato FX, fino a 11 fps in formato DX
D3X : Velocità di ripresa fino a 5 fotogrammi al secondo in formato FX, fino a 7 fps in formato DX

In molti settori della fotografia, riflessi e tempismo possono far ottenere o perdere uno scatto importante. Ecco perché gli ingegneri Nikon sono impegnati a migliorare costantemente i tempi di risposta e soprattutto la velocità delle fotocamere Nikon. La D3S e la D3X rappresentano decisamente un’incredibile svolta. La D3S fornisce le opzioni per gestire ogni situazione di ripresa: una velocità di scatto pari a 9 fotogrammi al secondo nel formato FX (12,1 megapixel) e a circa 11 fps nel formato DX (5,1 megapixel). La D3X, con i suoi 24,5 megapixel, è il prodotto di punta in fatto di velocità nella fotografia di livello commerciale di alta gamma, con risoluzioni estreme, offrendo ai fotografi la possibilità di riprendere fino a circa 5 fps* in formato FX e circa 7 fps* in formato DX (10,5 megapixel). Il formato FX offre a fotografi ed editor la possibilità di ritagliare scatti vincenti secondo le necessità ed essere sempre in grado

di ampliarli in stampe di qualità commerciale. Ciò consente ai fotografi di riprendere con maggiore fluidità, sapendo che la composizione può essere alterata in seguito mentre il formato DX consente di riprendere con una maggiore frequenza di fotogrammi.

A rendere uniche le prestazioni di queste eccezionali fotocamere è il potente motorino passo passo di cui sono dotate che consente costantemente di ottenere elevate velocità di ripresa uniformi con una gamma di impostazioni dell'apertura più estesa di qualunque fotocamera digitale SLR convenzionale.

Inoltre, poiché la D3S e la D3X supportano la tecnologia di card di memoria UDMA ad alte prestazioni, la velocità di registrazione ha vissuto un’ulteriore spinta che permette di effettuare più scatti consecutivi, caratteristica importantissima per molti incarichi professionali.

* Quando è selezionata la registrazione a 12 bit.

La prontezza richiesta dai professionisti

La capacità di un professionista di vincere le sfide che caratterizzano ciascun incarico dipende dalla prontezza di risposta per cogliere il momento decisivo. Questo è uno dei motivi per cui la D3S e la D3X sono state costruite per essere sempre pronte. Il tempo di avvio è di circa 0,12 secondi per una ripresa quasi istantanea e il ritardo di scatto di circa 0,04 secondi* (in base alle linee guida CIPA) è una prestazione da leader nel settore. Generalmente considerato un limite meccanico, il ritardo di circa 0,04 secondi* garantisce ai fotografi professionisti la capacità di catturare soggetti in rapido movimento nelle composizioni desiderate. In qualunque condizione, entrambi i modelli garantiscono la risposta e le tempistiche richieste da questo livello di concentrazione estremamente impegnativo.

* Per ulteriori informazioni, vedere i ritardi di scatto della D3X nella pagina delle caratteristiche tecniche.

D3S

• Obiettivo: AF-S NIKKOR 400 mm f/2,8G ED VR • Esposizione: modo [A], 1/8.000 di secondo, f/3,2 • Bilanciamento del bianco: Nuvoloso • Sensibilità: ISO 2500 • Picture Control: Standard
©Vincent Munier

Velocità e rapidità di risposta in tutto il flusso di lavoro

Nikon è consapevole che nella fotografia digitale professionale, una velocità eccezionale ha poco significato se non è supportata nell'intero processo. Ecco perché Nikon ha ottimizzato velocità e fluidità del flusso di lavoro per la D3X e la D3S, dalle impostazioni alla ripresa, alla registrazione di dati e al trasferimento di immagini. Autofocus, elaborazione delle immagini, memoria del buffer, accesso alla memoria, registrazione su card di memoria, interfaccia USB e un trasmettitore senza cavi opzionale, tutti questi elementi sono stati ottimizzati per garantire un approccio globale che migliora incredibilmente il flusso creativo. Ad esempio, i fotografi che utilizzano la D3X per incarichi di ripresa paesaggistica o commerciale di alto livello, potranno più facilmente fare affidamento sulla ricchezza e sul potenziale creativo del formato NEF (Nikon Electronic Image Format) senza preoccuparsi del peso dei dati. La velocità globale della D3X consente a questi professionisti di continuare a muoversi e concentrarsi sulla cattura dell'attivo.
Inoltre, dato che i file JPEG più leggeri creati dalla fotocamera garantiscono una qualità di immagine incredibile che non richiede quasi alcuna elaborazione post-produzione, molti scatti saranno immediatamente pronti per la stampa o la pubblicazione sul Web, un grosso vantaggio in più per i fotoreporter e i fotografi sportivi che utilizzano la D3S e devono rispettare scadenze molto strette.

Velocità e rapidità di risposta in tutto il flusso di lavoro

Sistema di riconoscimento scene — accuratezza e intelligenza eccezionali

Gli ingegneri Nikon sono impegnati a espandere le potenzialità del famosissimo sensore RGB da 1.005 pixel. Tramite questo processo, è nato il sistema di riconoscimento scene. Questo incredibile sistema garantisce un'impareggiabile analisi dei dettagli di ciascuna scena, riconoscendo colori e luminosità con un livello di precisione estremamente più elevato. Qualche millisecondo prima di riprendere, il sistema di riconoscimento scene riconosce gli elementi essenziali di una scena e applica tali informazioni agli altri processi analitici della fotocamera. Come risultato, AF, AE, controllo del flash i-TTL e AWB hanno raggiunto un livello di accuratezza completamente nuovo e prestazioni che riflettono debitamente le aspettative e i desideri dei fotografi di oggi. Pensate al sistema di riconoscimento scene come a un assistente con intelligenza artificiale che lavora in modo instancabile e trasparente al vostro fianco.

Sistema di riconoscimento scene

Accuratezza AF migliorata

Il sistema di riconoscimento scene (Scene Recognition System) migliora notevolmente l'accuratezza della funzione di autofocus tracking ad alta velocità di Nikon. Utilizzando le informazioni di colore e luminosità del soggetto inquadrato con i punti AF, in combinazione con i dati di messa a fuoco inviati dal sensore autofocus, la D3S e la D3X sono in grado di inseguire la traiettoria del soggetto inquadrato, perfino se questo è temporaneamente coperto o fuori dalla rete dei 51 punti AF. Nel modo AF ad area dinamica, il sistema AF continua a inseguire il soggetto con la massima accuratezza sia che si muova verso il fotografo, in direzione opposta o da un lato all'altro. Il modo AF ad area dinamica, grazie all'utilizzo del tracking 3D, trae particolare vantaggio dal sistema di riconoscimento scene, mantenendo un focus tracking implacabile del movimento laterale del soggetto utilizzando i 51 punti. In modo AF auto-area, il sistema di riconoscimento scene riconosce i toni della pelle dei soggetti umani utilizzando il sensore RGB da 1.005 pixel. Inoltre applica le informazioni sulla distanza ricevute dagli obiettivi AF NIKKOR di tipo G o D per determinare la posizione del soggetto rispetto a primo piano e sfondo e mette a fuoco automaticamente il soggetto principale.

• Obiettivo: AF-S NIKKOR 600 mm f/4G ED VR • Esposizione: modo [M], 1/4.000 di secondo, f/4 • Bilanciamento del bianco: Auto • Sensibilità: ISO 400 • Picture Control: Standard
©Bill Frakes

Sofisticato sistema di esposizione automatica con analisi delle zone ad alta luminosità

L'analisi delle zone ad alta luminosità per AE e controllo flash i-TTL è utilizzato per riprodurre elevati gradi di luminosità fedeli rispetto a quanto percepito dall'occhio. L'analisi delle zone ad alta luminosità di Nikon viene utilizzata efficacemente nel D-Lighting attivo anche nelle scene con contrasti molto forti.

• Obiettivo: AF-S VR Nikkor 200 mm f/2G IF-ED • Esposizione: modo [A], 1/8.000 di secondo, f/4 • Bilanciamento del bianco: Auto • Sensibilità: ISO 800 • Picture Control: Saturo
©Vincent Munier

Accurato bilanciamento automatico del bianco in condizioni di difficile illuminazione

Il bilanciamento automatico del bianco incorporato nella D3S e nella D3X garantisce precisione e affidabilità uniche grazie alle informazioni sull'identificazione della sorgente luminosa rese più accurate dal sistema di riconoscimento scene. Sia la D3S che la D3X calcolano le caratteristiche peculiari della scena, confrontandole con 5.000 esempi di scatti reali derivati dalle 20.000 immagini memorizzate nella fotocamera, dedicate al bilanciamento automatico del bianco. Ciò permette di scattare con piena tranquillità, perfino in condizioni difficoltose come in condizioni d'illuminazione mista.

• Obiettivo: AF-S VR Nikkor 200 mm f/2G IF-ED • Esposizione: modo [M], 1/200 di secondo, f/2,2 • Bilanciamento del bianco: Auto • Sensibilità: ISO 1600 • Picture Control: Standard
©Bill Frakes

Sistema AF —  51 punti AF per un'acquisizione ispirata del soggetto e una maggiore velocità e accuratezza

La D3S e la D3X coprono il fotogramma in modo totalmente nuovo con il maggior numero* di aree di rilevamento AF al mondo. Questi 51 punti creano una densa rete di capacità di messa a fuoco. Ciò si traduce in una messa a fuoco più rapida anche con movimenti del soggetto rapidi e/o imprevedibili. I 15 punti AF che occupano la parte centrale e cruciale del fotogramma, utilizzano i sensori a croce per un rilevamento ancora più potente. E soprattutto, i 15 sensori a croce mantengono lo stesso eccezionale livello di prestazioni con qualunque obiettivo AF NIKKOR f/5.6 o superiore; in altre parole, tutti gli obiettivi AF NIKKOR possono sfruttare al massimo l'accuratezza dei sensori a croce. È possibile scegliere fra i 51 punti AF o i classici 11, a seconda delle condizioni di ripresa o delle preferenze personali.

* Fra le SLR digitali, dati aggiornati al 15 ottobre 2009.

Sensori a croce

Ampia copertura con 51 punti AF.
15 sensori a croce utilizzabili con qualunque obiettivo AF NIKKOR f/5.6 o superiore.

I classici 11 punti AF di Nikon sono sempre prontamente disponibili.

Nikon Multi-CAM 3500FX

Il modulo del sensore Nikon Multi-CAM 3500FX AF offre una rete di 51 punti AF strategicamente posizionati per garantire un'eccezionale copertura.

Versatili modi area AF

Per sfruttare al massimo tutti i 51 punti AF, la D3S e la D3X offrono tre modi area AF: AF ad area dinamica, AF a singolo punto, area AF auto.

Modi AF ad area dinamica

I modi AF ad area dinamica operano con estrema accuratezza ed efficienza sui soggetti in rapido movimento, permettendo di scegliere tra 9, 21 o 51 punti. Nelle riprese con 9 punti AF, ad esempio, una volta individuato un punto AF per la messa a fuoco del soggetto, il punto selezionato continua ad operare in combinazione con 8 punti AF circostanti per inseguire il soggetto. Quando i movimenti del soggetto sono meno prevedibili o estremamente irregolari, selezionare 21 punti o perfino tutti i 51 punti. La scelta dell'innovativo modo a 51 punti di Nikon (tracking 3D), in grado di inseguire con accuratezza il soggetto traslando automaticamente i punti di messa a fuoco, si rivela particolarmente efficace con i movimenti laterali.

9 punti

21 punti

51 punti

51 punti (tracking 3D)

Modo AF a singolo punto

Il modo AF a singolo punto è ideale per soggetti immobili. È sufficiente selezionare un singolo punto AF tra i 51 punti disponibili: la D3S e la D3X manterranno accuratamente a fuoco il soggetto nella composizione desiderata. Questo metodo si rivela particolarmente efficace quando si desidera mettere a fuoco gli occhi del soggetto in un ritratto o il punto d'interesse principale in una natura morta.

Modo AF a singolo punto

Modo area AF auto

Nelle situazioni in cui si desidera concentrarsi maggiormente sulla composizione e non dedicare tempo alla selezione di un punto AF prioritario, utilizzare il modo area AF auto. Ideale per le riprese in situazioni quali matrimoni, ricevimenti, strade affollate, questa impostazione contribuisce alla cattura di immagini favolose anche quando non si è in grado fisicamente di guardare nel mirino. Il modo area AF auto permette una messa a fuoco più omogenea sul volto del soggetto rilevando i toni della pelle umana. Oltre alle informazioni relative al colore, la D3S e la D3X utilizzano anche le informazioni di distanza ricevute da un obiettivo AF NIKKOR tipo G o D per determinare la posizione del soggetto umano mettendola in relazione con primo piano e sfondo.

Modo area AF auto

Funzione di blocco AF migliorata

Utilizzando la funzione di blocco AF, è possibile mantenere il focus sul soggetto desiderato anche quando è temporaneamente coperto, un problema comune durante gli eventi sportivi come il rugby, il calcio e il basket. Dopo un tempo impostato, la fotocamera inizia a rimettere a fuoco per rilevare il soggetto. È inoltre possibile modificare la durata effettiva della funzione di blocco selezionandola fra cinque diverse impostazioni sulla D3S (tre con la D3X). Ciò consente una regolazione più flessibile in base ai movimenti del soggetto e alle situazioni e aiuta a catturare un maggior numero di scatti vincenti.

Taratura fine AF

I fotografi professionisti richiedono una maggiore accuratezza AF. Pertanto, la D3S e la D3X consentono di applicare la stessa quantità di compensazione AF a prescindere dai punti AF o dagli obiettivi utilizzati. È inoltre possibile utilizzare singole regolazioni specifiche per obiettivo per un massimo di 20 modelli di obiettivi registrati.

La taratura fine AF è facilmente accessibile tramite i menu della D3S e della D3X

Esposizione automatica: sofisticata misurazione Color Matrix 3D II

Il sistema di misurazione Color Matrix 3D II di Nikon è stato ampiamente acclamato dai professionisti più esperti per la sua accuratezza. Il sistema analizza le condizioni della scena quali luminosità, contrasto, area AF selezionata, colore, distanza tra fotocamera e soggetto e perfino la qualità riflettente di una scena. Quindi confronta questi dati con una banca dati contenente informazioni su oltre 30.000 riprese reali per garantire un'incredibile precisione. Unito al sistema di riconoscimento scene, il sistema di misurazione Color Matrix 3D II ha raggiunto un maggior livello di sofisticatezza.

Le aree luminose dell'immagine sono piacevoli e precise; anche le tonalità intermedie rimangono fedeli alla scena originale, perfino in condizioni di controluce, di forte illuminazione frontale o in altre condizioni di illuminazione difficile. Oltre a produrre la miglior esposizione possibile, questo sistema di misurazione avanzato offre risultati ancor più soddisfacenti. Per i fotografi sportivi e i fotogiornalisti che devono rispettare scadenze molto strette, l'AE della D3S è in grado di fornire file JPEG che necessitano di pochissimo o nessun ritocco e miglioramento.

D3S

• Obiettivo: AF-S NIKKOR 400 mm f/2,8G ED VR • Esposizione: modo [M], 1/1.600 di secondo, f/2,8 • Bilanciamento del bianco: Auto • Sensibilità: ISO 320 • Picture Control: Standard
©Bill Frakes

D3X

• Obiettivo: AF-S NIKKOR 24-70 mm f/2,8G ED • Esposizione: modo [M], 1/30 di secondo, f/10 • Bilanciamento del bianco: Flash • Sensibilità: ISO 100 • Picture Control: Standard
©Frank P. Wartenberg

Bilanciamento automatico del bianco —  per una gamma di situazioni di illuminazione più ampia e sofisticata

I sistemi di rilevamento del bilanciamento del bianco di Nikon sono stati ampiamente acclamati a livello internazionale per la loro accuratezza, ma i fotografi professionisti e gli ingegneri Nikon non si accontentano facilmente. Perfino le precedenti generazioni di rilevamento del bilanciamento del bianco di Nikon potrebbero aver interpretato un prato verde sotto il sole di mezzogiorno e un tavolo sotto una luce fluorescente come un soggetto simile. Pertanto la ricerca di rilevamenti del bilanciamento del bianco sempre più intelligenti da parte di Nikon continua. E ora, quando il sistema di rilevamento scene di Nikon lavora unitamente al bilanciamento automatico del bianco, è possibile attendersi risultati molto maggiori.

Qualche millisecondo prima dello scatto, le informazioni provenienti dal sensore RGB da 1.005 pixel, calcolano l'estrazione delle caratteristiche (vedere sotto) della scena, confrontandole con il database contenente 5.000 esempi di scatti reali derivati dalle 20.000 immagini dedicate al bilanciamento automatico del bianco, memorizzate nella fotocamera. Quindi a prescindere dalla sorgente luminosa, perfino con le notoriamente difficili lampade a vapori di mercurio, la funzione di bilanciamento del bianco di Nikon è in grado di rilevare automaticamente il bilanciamento del bianco più appropriato con la massima precisione.

D3S

• Obiettivo: AF-S VR Nikkor 200 mm f/2G IF-ED • Esposizione: modo [M], 1/400 di secondo, f/2 • Bilanciamento del bianco: Auto • Sensibilità: ISO 12800 • Picture Control: Standard
©Bill Frakes

• Obiettivo: AF-S NIKKOR 14-24 mm f/2,8G ED • Esposizione: modo [M], 1/10 di secondo, f/5 • Bilanciamento del bianco: Auto • Sensibilità: ISO 640 • Picture Control: Standard
©Bill Frakes

D3X

• Obiettivo: AF-S NIKKOR 500 mm f/4G ED VR • Esposizione: modo [A], 1/160 di secondo, f/5,6 • Bilanciamento del bianco: Auto • Sensibilità: ISO 400 • Picture Control: Standard
©John Shaw

Estrazione delle caratteristiche utilizzando il sistema di riconoscimento di scene per l'identificazione della sorgente luminosa